Calendario delle scadenze previdenziali 2017: tutte le date da ricordare

Adempimenti previdenziali, ma non solo: mese dopo mese, un pratico calendario in costante aggiornamento con tutte le scadenze 2017 da non dimenticare

 

30 novembre  - Domanda di Ape sociale e pensionamento precoci 

Secondo tempo per l’accesso al pensionamento anticipato. I soggetti che raggiungono i previsti requisiti per accedere all’Ape sociale entro il 2017 e i cosiddetti “precoci”, che non hanno presentato domanda entro lo scorso 15 luglio, possono ora avanzare la richiesta entro il 30 novembre. A questo punto, occorrerà però fare i conti con le risorse messe a disposizione dalla Legge di Stabilità, e cioè 300 milioni di euro per l’Ape e 360 per la “quota 41”. Nell'elaborazione delle graduatoria, l'Inps darà priorità a coloro che prima maturano il requisito pensionistico, cioè coloro che sono più vicini all'età di vecchiaia, per l'Ape sociale, ovvero alla pensione anticipata, nel caso dei lavoratori precoci. E a parità di distanza, la graduatoria sarà ordinata in base a chi prima ha prodotto la domanda (che deve essere fatta esclusivamente via web).

 

30 novembre - Autonomi, all’Inps per il secondo acconto 

Appuntamento doppio con l’Inps a novembre per artigiani, commercianti e professionisti titolari di partita Iva iscritti alla Gestione Separata (i free-lance).  Dopo il versamento della terza quota del contributo minimale, il cui termine è in scadenza per il giorno 16 novembre, tocca  al  secondo acconto 2017 sulla quota di reddito eccedente, da pagare entro il giorno 30 dello stesso mese. In proposito, occorre tener conto che quest'anno, in seguito alla riforma Monti-Fornero, l’aliquota contributiva è salita rispettivamente al  23,55% (artigiani) e 23,64% (esercenti). Invariati invece il minimale di reddito (46.123) e il massimale (76.872). I soggetti che per l'anno 2016 hanno avuto un reddito superiore a 15.548 euro (minimale) devono ora versare una quota pari all’11,775 gli artigiani e 11,82%, i commercianti,  della differenza tra reddito d'impresa dichiarato (con Unico 2017) ed il «minimale» di 15.548 euro. L'aliquota sale rispettivamente al 12,275 e al 12,32%, per la quota di reddito 2016 compresa tra 46.124 euro e 76.872 euro. 

 

30 novembre - Richiesta pensionamento anticipato lavori usuranti

Il decreto interministeriale (Lavoro/Economia) del 20 settembre (in Gazzetta Ufficiale dal 3 ottobre) ha modificato i termini di presentazione delle richieste pensionamento anticipato degli addetti ad attività usuranti. Coloro che raggiungono i prescritti requisiti nell’arco dell’anno 2018 devono presentare domanda entro il 30 novembre. Al riguardo, occorre ricordare che la presentazione della domanda  oltre i termini,  in caso di accertamento positivo dei requisiti, prevede il differimento della decorrenza del trattamento pensionistico pari a: a)un mese, per un ritardo inferiore o pari ad un mese; b) due mesi, per un ritardo superiore ad un mese ed inferiore a tre mesi; c) tre mesi per un ritardo della presentazione pari o superiore a tre mesi.

 

16 novembre - Autonomi agricoli, scade la terza rata 2017

Ennesimo appuntamento con l’Inps per i lavoratori autonomi del settore agricolo (coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali). Giovedì 16 scade il termine per il versamento della terza rata della contribuzione previdenziale dovuta per l’anno in corso. Gli estremi per il pagamento dei contributi, mediante modelli F24, sono disponibili sul sito Web dell’Ente, nel “Cassetto Previdenziale per Autonomi Agricoli”. In proposito, va ricordato che per favorire  l’imprenditorialità giovanile, la Legge di Bilancio prevede uno sgravio a favore degli under 40, i quali  sono  esonerati dal versamento totale per un periodo massimo 36 mesi (tre anni). Decorsi i primi 36 mesi, l’esonero è riconosciuto per un periodo massimo di 12 mesi nel limite del 66% e per un periodo massimo di ulteriori 12 mesi nel limite del 50%. Nel maggio scorso l’Inps (circolare n.85/2017) ha sostenuto che il diritto allo sgravio va accertato, caso per caso, quando  il nucleo del coltivatore diretto sia composto, anche se con ruoli diversi, dai medesimi soggetti. Ma con una recente nota (circolare n.164 del 3 novembre), su conforme parere del Ministero del Lavoro, lo stesso Ente ha precisato che ai fini dello sconto “non rileva la circostanza” che, antecedentemente, il medesimo soggetto sia già stato iscritto in qualità di semplice collaboratore componente di un nucleo preesistente.

 

16 novembre -  Autonomi, l’Inps chiede il contributo minimo

Nuovo appuntamento alla cassa dell’Inps per i lavoratori autonomi. Giovedì 16 scade il termine per il versamento della terza rata del contributo minimo:

  • artigiani:  3.669  euro per i titolari e per i collaboratori di età superiore ai 21 anni (ridotto a 3.203 per i collaboratori di età inferiore ai 21 anni);
  • commercianti: 3.683 euro per i titolari e per i collaboratori di età superiore ai 21 anni (ridotto a 3.217 per i collaboratori con meno di 21 anni). 

 

31 ottobre - Pensionati e redditi da lavoro autonomo

Adempimento a carico dei pensionati che svolgono lavoro autonomo, i quali entro il 31 ottobre sono chiamati a produrre all’Inps la dichiarazione dei redditi 2016 derivanti da tale attività. La trattenuta effettuata provvisoriamente sulla base dei redditi che i pensionati prevedono di conseguire nel corso dell'anno saranno poi conguagliate in occasione della dichiarazione che gli interessati devono produrre entro lo stesso termine stabilito per la denuncia ai fini dell'Irpef (Unico 2017). Dopo l’abolizione totale del cumulo per le pensioni di vecchiaia e anzianità, la scadenza riguarda ormai i soli titolari di pensione invalidità. L'omissione della dichiarazione reddituale comporta il versamento all'ente previdenziale di una somma, a titolo di sanzione, pari all'ammontare di un anno di pensione.

 

31 ottobre - Scadenza della presentazione delle domande di pensionamento per i "lavori usuranti"

Modificati di recente i termini di presentazione. In particolare, secondo quanto disposto dalla normativa, ai fini dell'accesso al beneficio, il lavoratore dovrà trasmettere la relativa domanda e la necessaria documentazione entro il:

  • 30 ottobre qualora perfezioni i prescritti requisiti entro il 31 dicembre 2017;
  • 30 novembre, qualora perfezioni i prescritti requisiti dal 1° gennaio al 31 dicembre 2018.

La presentazione della domanda oltre i termini fissati, in caso di accertamento positivo dei requisiti, prevede il differimento della decorrenza del trattamento pensionistico pari a: a) un mese, per un ritardo inferiore o pari ad un mese; b) due mesi, per un ritardo superiore ad un mese ed inferiore a tre mesi; c) tre mesi per un ritardo della presentazione pari o superiore a tre mesi.

 

31 ottobre - Ingegneri e architetti, reddito professionale e volume d’affari 2016

Entro il 31 ottobre, gli architetti ed Ingegneri iscritti all’Albo professionale e i titolari di partita Iva, anche se non iscritti, devono presentare all’Inarcassa il reddito professionale e il volume d’affari prodotto nell'anno 2016. Attraverso la apposita sezione presente sul sito dell’ente, avendo a disposizione le credenziali di accesso, è possibile procedere alla compilazione assistita e alla trasmissione telematica.

 

16 ottobre - Al via i mutui per l'acquisto dell'ambulatorio di Fondazione Enpam

Enpam aiuta i giovani ad avviare un’attività professionale, lanciando per la prima volta un bando che concede 30 milioni di euro in prestito ai camici bianchi che inseguono il sogno di avere uno studio professionale proprio. Il mutuo può essere chiesto da lunedì 16 ottobre, sia per l’acquisto dell’immobile sia per la ristrutturazione.

 

15 ottobre - Esito richiesta dell’Ape sociale

Ultimo giorno per la risposta Inps alle istanze presentate (entro il 15 luglio) per l'accertamento del possesso dei requisiti per l’accesso  all’Ape sociale. Entro il 15 ottobre l’ente di previdenza deve comunicare agli interessati l'accoglimento o meno della richiesta e la prima decorrenza utile della prestazione. La domanda, laddove sussistano i requisiti, viene sempre accettata. Tuttavia, nel caso in cui le risorse stanziate non dovessero risultare sufficienti, il lavoratore potrebbe subire uno slittamento nella data di percezione del beneficio.

 

10 ottobre - Contributi colf, attenzione alle ferie!

Nuovo appuntamento per le famiglie che si avvalgono di collaboratori domestici, badanti e baby-sitter. Entro il 10 ottobre occorre infatti effettuare  il versamento dei contributi relativi al trimestre luglio-settembre. La scadenza non presenta infatti particolari novità riguardo le quote contributive (sono le stesse di quelle  pagate in occasione del precedente appuntamento di luglio), ma richiede piuttosto una particolare attenzione relativamente alla disciplina delle ferie che normalmente interessano i mesi di luglio e agosto.  Per ottenere il numero delle ore da attribuire per ogni giorno di ferie, sulle quali versare i contributi, è sufficiente rilevare le ore effettuate nel mese precedente e dividere per 26.  Se, ad esempio, la colf ha fruito di 15 giorni di riposo in agosto e nel mese di luglio ha lavorato 78 ore, nel calcolo dei contributi da versare all’Inps, alle ore effettivamente lavorate nel trimestre luglio-settembre, occorre aggiungere anche le 45 ore (78 diviso 26, per 15) di ferie. Per i collaboratori con almeno 25 ore settimanali il calcolo delle ferie non richiede invece particolari adempimenti.

 

2 ottobre - Psicologi liberi professionisti, scatta la comunicazione reddituale

Lunedì 2 ottobre scade il termine entro cui gli psicologi liberi professionisti devono  presentare al proprio Ente di previdenza (ENPAP) la comunicazione del reddito netto e dei corrispettivi lordi derivanti dall’attività libero professionale relativa all’anno 2016 e per effettuare il versamento dei contributi eventualmente dovuti a saldo. La comunicazione deve avvenire esclusivamente in via telematica. Gli Iscritti che hanno iniziato l’attività a partire dal 01/01/2017 non sono tenuti alla compilazione della comunicazione reddituale.

 

30 settembre - Contributi volontari, ultima chiamata alla fine di settembre 

Termine ultimo per il versamento dei contributi volontari relativo al secondo trimestre aprile-giugno. Il pagamento dei contributi volontari può avvenire in 3 modi diversi: 1) utilizzando il bollettino Mav (pagamento mediante avviso); 2) on line, sul sito internet www.inps.it; 3) telefonando al numero verde gratuito 803.164, utilizzando la carta di credito. In alternativa, è possibile versare i contributi presso le tabaccherie che espongono il logo “Servizi Inps”, aderenti al circuito “Reti Amiche” tramite Lottomatica, fornendo il proprio codice fiscale e il codice autorizzazione/prosecutore. 

 

16 settembre - Pensione d'inabilità per esposizione all'amianto 

Termine ultimo per il versamento la domanda di pensione d’inabilità per i lavoratori affetti da mesotelioma pleurico, mesotelioma pericardico, mesotelioma peritoneale, mesotelioma della tunica vaginale del testicolo, carcinoma polmonare e asbestosi, riconosciuti di origine professionale (messaggio Inps n. 3249/2017). A differenza della “pensione d'inabilità ordinaria” non è richiesto che 156 contributi settimanali (3 anni) ricadano necessariamente nel quinquennio precedente, né è  pretesa l'assoluta e permanente impossibilità a svolgere qualsiasi attività lavorativa. 

 

15 settembre - Fondazione Enpam, scadenza del termine per la domiciliazione bancaria 

Medici e dentisti che non l’hanno ancora fatto hanno tempo fino al 15 settembre per attivare l’addebito diretto dei contributi di Quota B per i redditi da libera professione. La domiciliazione bancaria consente agli iscritti all’Enpam di pagare a rate: se la richiesta arriverà entro il 15 settembre si potranno pagare rateizzare già i contributi relativi al reddito del 2016. Per le richieste successive a questa data la domiciliazione e la rateizzazione partiranno solo dal 2018.

 

9 settembre - Via libera al cumulo dei buoni pasto (fino a otto)

Buoni pasto cumulabili, solo fino a otto, e utilizzabili anche negli agriturismi, ma sempre e solo per mangiare. La precedente normativa stabiliva che non era possibile accumulare i ticket per fare la spesa: ogni lavoratore ne poteva utilizzare uno solo al giorno. Sui nuovi buoni cartacei forniti dal datore di lavoro, viene ribadito che non sono cedibili, né cumulabili (oltre il limite di otto buoni), né commercializzabili o convertibili in denaro e sono utilizzabili solo dal titolare. Inoltre, si potranno usare non solo in ristoranti e bar, ma anche in mercati e farmer’s market, in ittiturismi e agriturismi (Decreto Ministero Sviluppo Economico  n.122/2017).

 

1 settembre - Nuove regole per le visite mediche dei dipendenti pubblici 

Dall'1 settembre gli accertamenti per le assenze dal servizio dei dipendenti pubblici che si danno per malati passa dalle Asl all'Inps, come avviene per il settore privato (art. 18. Decreto legislativo n. 75/2017). Restano esclusi dalla novità, il personale delle Forze armate e dei Corpi armati dello Stato e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, nonché i dipendenti di enti pubblici economici, gli enti morali e le aziende speciali.

 

29 agosto - Ddl concorrenza, cambiamenti in vista per Tfr e previdenza complementare 

La quota di Tfr da destinare alla previdenza complementare potrà essere determinata dalla contrattazione collettiva. Inoltre, per i lavoratori disoccupati sarà più facile riscuotere sotto forma di rendita anticipata il capitale accumulato nel proprio Fondo pensione, a seguito della riduzione da 48 a 24 mesi del periodo d'inoccupazione per il diritto all'anticipo. Si tratta delle novità più importanti in materia contenute nella nuova legge sulla “concorrenza” (n.124/2017), ufficialmente in vigore dal 29 agosto. Le modifiche all’impianto della previdenza integrativa (decreto legislativo n. 252/2007) raccolgono le sollecitazioni della Covip (l’Autorità di vigilanza del settore), con l'obiettivo di agevolare le ade­sioni anche nelle aziende con meno di 50 dipendenti, per le quali si continua a riscontrare un tasso decisamente basso. 

 

 

Potrebbe interessarti anche

Le Miniguide di Pensioni&Lavoro

Vademecum, consigli pratici e tutte le informazioni utili per affrontare la burocrazia che ruota intorno al mondo della previdenza e del lavoro

Professioni e calcolo della pensione

Non sai quando e in base a quali requisiti andrai in pensione? Non hai idea di cosa possa succedere in caso malattia, invalidità temporanea o permanente? Cerca la scheda corrispondente alla tua professione e scopri tutto sulla tua pensione!