Scadenze previdenziali, tutte le date da ricordare

Adempimenti previdenziali, ma non solo: il calendario con tutte le scadenze 2018/2019 da segnare in agenda mese dopo mese

 

31 dicembre 2018 - Cassa Forense: dovuto il saldo dei contributi obbligatori soggettivo e integrativo

Lunedì 31 dicembre, ultimo giorno dell'anno, scatterà il termine per il pagamento della seconda rata a saldo dei contributi obbligatori soggettivo e integrativo dovuti in autoliquidazione per l'anno 2017: eventuali omissioni o ritardi rispetto alla scadenza prefissata saranno passibili di sanzione da parte della Cassa. 

 

31 dicembre 2018 - Versamenti volontari INPS, dovuto il terzo trimestre 2018

Versamento trimestrale per i contributi volontari INPS: da non dimenticare quindi che il pagamento dovuto per il trimestre luglio-settembre va corrisposto entro il 31 dicembre 2018. Come di consueto, al pari della contribuzione obbligatoria, la spesa sostenuta per i versamenti volontari è deducibile dall’imponibile Irpef.

 

30 dicembre 2018 - ENPAB, seconda rata per i cosiddetti contributi "a conguaglio"

Ancora un'ultima importante scadenza da fissare in agenda per i biologi: il 30 dicembre  segna infatti il termine per il versamento della seconda rata a saldo dei contributi previdenziali riferiti al reddito dell’anno precedente (" a conguaglio"). 

 

17 dicembre 2018 - Consulenti del lavoro, ultimo versamento per il contributo minimo

Per i consulenti del lavoro che hanno optato per il pagamento rateale è il momento del quarto e ultimo versamento per il contributo minimo riferito al 2018. 

 

17 dicembre 2018 - CNPADC, termine del pagamento per le eccedenze 2018

Come ogni anno, è fissato entro il 15 dicembre il versamento per le eccedenze contributive dovute per l'anno in corso; per il 2018, il termine - di riferimento sia per la rata unica sia per la corresponsione della prima rata in caso di pagamento dilazionato - è prorogato fino al 17 dicembre, primo giorno feriale utile successivo alla scadenza prefissata. Per quanto riguarda le modalità di pagamento, si ricorda che ciascun iscritto è tenuto a utilizzare la modalità scelta al momento della comunicazione dei dati reddituali tra quelle previste dal servizio telematico PCE

 

15 dicembre 2018 - Seconda rata per il saldo dei contributi EPAP 

Per gli iscritti che hanno optato per il pagamento in due rate, è il momento di versare la seconda quota del saldo contributivo riferito all'anno precedente rispetto a quello del versamento (2017). La scadenza della precedente rata, e del pagamento in soluzione unica, era fissata per lo scorso 15 novembre. 

 

12 dicembre 2018 - ENPAPI, in scadenza il versamento a saldo

Come ricorda un avviso sul sito ENPAPI, è in scadenza il versamento del contributo a saldo dovuto per il 2017. A partire dalla fine del mese di novembre, il modello del versamento per il conguaglio è a disposizione di ciascun infermiere libero professionista all'interno della  sezione “Pagamenti” del proprio Cassetto Previdenziale.

 

1 dicembre 2018 - Le domande di ricongiunzione si spostano sul web

Continua il progressivo abbandono della carta da parte dell'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale: come anticipato e chiarito dal messaggio 3494/2018, con il 30 novembre si chiude il periodo transitorio previsto per le domande di ricongiunzione nel Fondo dei lavoratori dello spettacolo e dello sport professionistico e nei Fondi speciali elettrici, telefonici e volo, che a partire dal primo dicembre potranno pertanto essere presentate esclusivamente in via telematica. Comunque prevista la possibilità di supporto da parte del Contact Center dell'Istituto, chiamando il numero 803.164 da telefono fisso o il numero 06164164 da cellulare (in questo caso la tariffazione è carico dell'utente).

 

30 novembre 2018 - Nuova chiamata alla Cassa per i liberi professionisti iscritti alla Gestione Separata

Non solo fisco, anche l'INPS vuole la sua parte: si ricorda infatti che i contributi dovuti sulla quota di reddito eccedente il minimale per gli iscritti alle gestioni speciali INPS artigiani e commercianti e per i redditi prodotti dai liberi professionisti devono essere versati entro le stesse scadenze fissate per le imposte sui redditi. Dopo il termine del 2 luglio (o, in alternativa, del 20 agosto con maggiorazione dello 0,40%) per il versamento del saldo 2017 e del primo acconto 2018, è quindi da mettere in calendario il versamento dell'eventuale secondo acconto, da realizzare entro il 30 novembre 2018. 
 

16 novembre 2018 - Lavoratori autonomi, è tempo di contributi anche per il settore agricolo

Non solo artigiani e commercianti, anche coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali sono infatti chiamati, entro venerdì 16 novembre, a fare i conti con le casse INPS: dovuta, in particolare, la terza rata relativa alla contribuzione previdenziale per l'anno in corso. 

 

16 novembre 2018 - Terzo versamento dei contributi fissi per artigiani e commercianti

La terza delle quattro rate relative al contributo dovuto sul minimale del reddito (comprensivo anche del contributo di materianità) dovrà essere corrisposta, tramite modulo F24, entro il 16 novembre. La quarta e ultima scadenza relativa all'anno in corso è fissata per il 18 febbraio 2019. 

 

16 novembre 2018 - ENPACL, terzo versamento rateale per il contributo integrativo minimo

Appuntamento con la terza rata del contributo minimo dovuto all'ENPACL per i consulenti del lavoro che hanno scelto di dilazionare il pagamento: la successiva (e ultima per il 2018) data da fissare in agenda è quella del 17 dicembre. 

 

15 novembre 2018 - EPAP, contributo di maternità e saldo dei contributi 2018

Dovuti entro il 15 novembre il contributo di maternità dell'anno riferito all'anno in corso e il saldo riferito all'anno precedente rispetto a quello del versamento (2017). L'EPAP ricorda che è  facoltà degli iscritti decidere se optare per il pagamento in un'unica soluzione, entro la data indicata o, alternativamente, su due rate. In questo secondo caso, il pagamento della seconda rata deve essere effettuato entro il 15 dicembre 2018. 

 

31 ottobre 2018 - Dottori Commercialisti, attenzione a contributo maternità e contributi minimi 2018

La fine del mese di ottobre segna due appuntamenti importanti per gli iscritti alla Cassa Nazionale dei Dottori Commercialisti (liberi professionisti): dovuti in fatti il contributo maternità e la seconda rata dei contributi minimi riferiti al 2018.

 

29 ottobre 2018 - INPS, addio alla carta per le domande di riposi giornalieri per allattamento e di assegno di maternità

A partire dal 29 ottobre, si rende obbligatoria la modalità telematica per accedere ad alcune prestazioni INPS legate alla maternità: come reso noto dalla circolare INPS n.3014/2018, il definitivo alla documentazione cartacea riguarda in particolare i riposi giornalieri per allattamento delle madri lavoratrici e l'assegno di maternità a carico dello Stato. Le domande potranno quindi essere inoltrate esclusivamente online (accedendo all'area riservata del sito INPS attraverso il proprio PIN) o, in alternativa, ricorrendo al Contact Center INPS al numero 803164 da telefono fisso o al numero 06164164 da telefonia mobile oppure rivolgendosi a un patronato o ad altro ente convenzionato. 

 

16 ottobre 2018 - ENPACL,  nuova rata per il contributo integrativo minimo

Per i consulenti che hanno scelto il pagamento dilazionato in 4 diverse rate, è il momento di versare la seconda tranche del contributo integrativo minimo dovuto all'ENPACL: le prossime scadenze sono previste per il 16 novembre e il 17 dicembre 2018.

 

15 ottobre 2018 - ENPAB, prima chiamata per i contributi "a conguaglio"

Un'importante scadenza da ricordare anche per i biologi: i contributi previdenziali sul reddito dell’anno precedente devono essere versati entro il 15 ottobre (e il 30 dicembre).

 

10 ottobre 2018 - Contributi trimestrali per colf e collaboratori domestici

Data da segnare in agenda per le famiglie che si avvalgono di collaboratori domestici, badanti e baby-sitter: entro il 10 ottobre occorre infatti effettuare il versamento dei contributi dovuti al secondo semestre dell'anno, relativi quindi ai mesi di luglio, agosto e settmebre. La contribuzione dovuta - che non prevede cambiamenti di sorta, ma richiede certo una particolare attenzione al computo delle ferie - può essere versata secondo le ormai consuete modalità: 1. bollettini MAV inviati direttamente dall'INPS; 2. procedura online del Portale dei Pagamenti, utilizzando la modalità “Pagamento immediato  pagoPA” con carta di credito o debito, con prepagata oppure con addebito in conto; 3. soggetti aderenti al circuito Reti Amiche.