I Fondi Pensione preesistenti

Fondi Pensione Preesistenti: chi può aderire e quali le principali differenze con i Fondi Negoziali? Ecco tutte le info utili 

I Fondi Pensione preesistenti sono Fondi nati prima del Decreto legislativo del 21 aprile 1993 n.124, vale a dire quel decreto che ha sancito la nascita della previdenza complementare disciplinandone le forme pensionistiche. Istituiti o da grandi aziende (in genere Banche, Assicurazioni e multinazionali) o per specifiche categorie (dirigenti di azienda) spesso molto tempo prima e, a volte, anche come sostitutivi della previdenza pubblica, avevano come principale caratteristica quella di erogare unicamente e direttamente una rendita al raggiungimento del pensionamento.

Benché di fatto fondi negoziali con alla base accordi collettivi, dopo il 1993, si è quindi reso necessario gestirne la transizione verso le nuove disposizioni. Una serie di provvedimenti legislativi, e in particolare il DM 62/2007, ha pertanto stabilito le modalità di adeguamento alla normativa vigente salvaguardando i diritti acquisiti dai loro iscritti, soprattutto a riguardo delle pensioni in essere.

Attualmente, i fondi preesistenti sono circa 300, di cui molti attivi solo per l’erogazione delle pensioni; i rimanenti proseguono la loro attività dopo aver creato apposite sezioni separate per l’erogazione delle vecchie rendite e per gli iscritti ancora attivi. Tali sezioni separate sono sostanzialmente allineate con la normativa attuale. Il riferimento è quello ai fondi “chiusi”, poiché possono aderire ai cosiddetti fondi preesistenti unicamente i lavoratori che vengono assunti dalle aziende e dai gruppi societari che li avevano istituiti o, in alternativa, coloro che acquisiscono le caratteristiche delle categorie istitutrici, come ad esempio la qualifica di dirigente aziendale.

 
 

Potrebbe interessarti anche

Il Comparatore dei Fondi

Fondi pensione a confronto: uno strumento utile per imparare a conoscere e orientarsi tra le diverse forme di previdenza complementare  

La Busta Arancione

Due strumenti di calcolo in uno per stabilire a quanto ammonteranno i futuri assegni pensionistici, pubblico e complementare. Facile e a prova di clic!