Assistenza sanitaria integrativa, a quali prestazioni è possibile accedere?

Dopo aver aderito a una forma di assistenza sanitaria integrativa, a quali prestazioni ho diritto? E in che forma? La guida di Pensioni&Lavoro a tutte le prestazioni erogabili per legge attraverso la sanità complementare

possibili ambiti di copertura dell’assistenza sanitaria integrativa sono di fatto definiti per legge. Pur all’interno dei confini stabiliti dalla normativa di riferimento (con particolare attenzione alla distinzione tra forme sostitutive e forme puramente integrative del SSN), ogni forma di assistenza prevede diverse tipologie di prestazioni intese di fatto sia come accesso “agevolato” a diversi tipi di interventi socio-sanitari (visite specialistiche e diagnostiche, attività riabilitative, etc) sia nella forma di eventuali coperture economiche per i costi sostenuti o da sostenere in ambito sanitario. Anche in quest’ultimo caso, il livello di copertura dipenderà ovviamente dal tipo di soluzione scelta dall’aderente e, in particolare, dalla presenza di eventuali massimali, necessariamente indicati nello statuto e/o nel contratto di riferimento, nonché dal fatto che l’adesione preveda comunque, per tutte o alcune specifiche prestazioni, anche eventuali franchigie a carico dell’aderente.  Ecco perché al momento della sottoscrizione, in particolar modo (ma non solo) nel caso di adesioni individuali a una forma di previdenza sanitaria integrativa, è sempre auspicabile un'attenta analisi del documento che illustra le prestazioni offerte con le relative esclusioni e l'importo di massimali e franchigie. Nel caso delle polizze sanitarie, ad esempio, è spesso possibile ampliare il pacchetto di prestazioni garantite a fronte di un premio più oneroso. 

Fatta questa doverosa premessa, tra le prestazioni più comunemente diffuse possiamo comunque trovare:

  • Ricoveri ospedalieri ed interventi chirurgici con estensioni di massimali per i cosiddetti “grandi interventi”
  • Visite ed esami specialistici
  • Diaria da ricovero in strutture pubbliche
  • Rimborso ticket sanitari (soprattutto per i fondi “non doc” ad adesione collettiva) 

Meno frequenti, almeno per le forme più datate sono invece odontoiatria e non autosufficienza, fenomeno, questo, generalmente legato al costo rilevante di queste prestazioni e al fatto che il vantaggio fiscale è consentito anche a forma sanitarie che, pur non prevedendole espressamente, sia realizzata tramite l’adesione a una forma che globalmente rispetti, per le erogazioni, i limiti del 20% previsto del decreto Sacconi (si legga a riguardo la sezione sui vantaggi fiscali associati all'adesione all'assistenza sanitaria integrativa). In alcuni casi, l’assistenza sanitaria integrativa può poi prevedere anche cure termali e, in generale, secondo le modalità previste dalla legge, prestazioni integrative e sostitutive a quelle offerte dal SSN rientranti nell’ambito della cosiddetta "medicina non convenzionale".

Sotto il profilo della copertura economica offerta, le prestazioni di cui sopra possono essere fondamentalmente erogate con due modalità:

  1. Erogazione diretta: la forma di assistenza paga direttamente la struttura sanitaria e l’aderente non anticipa alcuna spesa, ma dovrà saldare solamente le spese extra e le eventuali franchigie previste dalla propria copertura. Tipicamente, questa modalità è praticabilmente nel solo caso in cui la prestazione venga praticata avvalendosi di un centro convenzionato con la propria forma integrativa di riferimento; 
  2. Rimborso (totale o parziale): l’aderente anticipa di tasca propria la spesa e poi, a fronte dei relativi giustificativi, ne riceverà il rimborso totale o parziale nelle forme e con le modalità previste dalla forma di assistenza sanitaria integrativa. Attenzione! Anche in questo caso, laddove ci si rivolga a strutture convenzionate, è comunque spesso possibile usufruire di tariffe agevolate rispetto al normale prezzo di listino. 

 

 

Potrebbe interessarti anche

Polizze infortuni e malattia: quando e come tutelarsi?

Cosa controllare prima di sottoscrivere una polizza malattia? Quali le differenze tra malattia o infortunio? In quali casi è possibile ottenere rimborsi o indennizzi? Chiarimenti e informazioni utili sulle polizze infortuni e malattia

LTC e Dread Disease: le assicurazioni vita dedicate alla protezione

Non solo risparmio o investimento: le assicurazioni sulla vita possono avere anche funzione di protezione, ad esempio nel caso di rischi connessi alla salute o nell’eventualità di alcune delicate scelte di gestione del proprio patrimonio. Di cosa si tratta e come funzionano