Quali sono le forme di assistenza sanitaria integrativa?

Sono sempre più numerosi i cittadini che scelgono di dotarsi volontariamente di una copertura sanitaria aggiuntiva a quella offerta dal SSN: ecco allora una rapida guida alle principali forme di assistenza sanitaria integrativa

L’allungarsi della vita delle persone e il cambiamento delle loro esigenze ha portato inevitabilmente ad un’evoluzione anche del concetto di salute, intesa oggi non più solo come assenza di malattia, ma piuttosto come un completo stato di benessere psico-fisico.

Il Sistema Sanitario Nazionale (SSN) italiano è sempre meno in grado di fornire risposte adeguate alle necessità dei cittadini sia in termini di cure sia in termini di spese e di attesa per l’accesso alle prestazioni, ciò anche in conseguenza dei vincoli finanziari (debito pubblico) che limitano la possibilità di copertura delle spese da parte del sistema pubblico. Accanto a questo fenomeno, si rileva come la sanità incida sull’economia delle famiglie italiane in maniera tutt’altro che marginale. Rispetto agli altri paesi OCSE, infatti, l’Italia si caratterizza per una quota elevata di spesa privata (22% della spesa totale) di cui quasi il 90% è sostenuto direttamente dalle famiglie. La spesa media annua sostenuta direttamente dalle famiglie italiane è pari a circa €1.117, di cui quasi il 44% è rappresentato da farmaci, mentre assistenza specialistica e cure odontoiatriche pesano ciascuna per circa il 19% e l’assistenza agli anziani o disabili per il 5%.

Considerate queste premesse, si può quindi capire perché per i cittadini stia diventando sempre più importante e necessario aderire ad una forma di assistenza sanitaria integrativa, ovvero dotarsi autonomamente e volontariamente di una copertura sanitaria integrativa rispetto a quella offerta dallo Stato. Ciò permette di ottenere prestazioni mediche non sempre fornite dal SSN e di ovviare al problema delle liste di attesa, il tutto a costi contenuti e con la possibilità per i lavoratori dipendenti, in presenza di accordi collettivi, di usufruire del contributo aziendale.

Posto che le prestazioni variano a seconda dei contenuti delle forme di sanità integrativa alla quale si intende aderire, in generale, vengono inclusi interventi chirurgici, visite mediche, cure odontoiatriche, analisi di laboratorio e rimborsi ticket per l’accesso al SSN.

L’assistenza sanitaria integrativa può essere offerta da:

  • Fondi Sanitari
  • Società di muto soccorso
  • Compagnie di assicurazione

 

 

Potrebbe interessarti anche