Le assicurazioni private: conoscere e orientarsi nel mondo assicurativo

Rischi e bisogni, come tutelarsi da incognite future? Con l'intento di aiutare a districarsi tra regole e tecnicismi, nasce la guida alle assicurazioni private di Pensioni&Lavoro, sezione enciclopedica dedicata al mondo assicurativo 

Le assicurazioni nascono dalla necessità di tutelarsi da incognite e incertezze che, inevitabilmente, caratterizzano la vita dell’uomo e le sue attività sin dagli albori. Non a caso, le prime forme assicurative risalgono addirittura all’Antico Egitto dove, già nel 2.700 a.C., veniva istituita la prima Cassa mutua destinata a rimborsare le spese funebri dei tagliapietre.

Quello di fornire una risposta adeguata all’esigenza di proteggersi da eventuali eventi sfavorevoli e rischi futuri è quindi un bisogno antico. E, infatti, sebbene quella dei tagliapietre fosse una forma di mutualità ancora piuttosto primordiale, rivela già quelli che saranno i tratti salienti delle assicurazioni:

- riunire i soggetti esposti a uno stesso rischio, anche se in misure diverse, o che abbiano la stessa necessità di garantirsi da eventi futuri legati alla vita umana (morte o sopravvivenza);

- richiedere loro di versare un contributo anticipato, il premio;

- utilizzare il fondo patrimoniale così creato (la cosiddetta riserva) per corrispondere un capitale, una rendita o un indennizzo nel caso in cui, nella finestra temporale presa a riferimento (il periodo di efficacia della polizza), si verifichino le condizioni pattuite, e cioè si concretizzi il rischio temuto (sinistro) oppure i contributori sopravvivano o decedano prima o dopo di una determinata data fissata convenzionalmente tra le parti. 

Nel frattempo, le assicurazioni hanno quindi fatto il loro corso. In particolare, si è soliti sostenere che il contratto di assicurazione moderno "venga dal mare”, avendo trovato nella navigazione la sua prima sede naturale e avendo dato risposta all’esigenza di garantire le merci trasportate e la nave stessa nei commerci marittimi, già a partire dal XIV e XV secolo. Nel corso dei secoli, lo strumento assicurativo si è poi piano piano infiltrato in tutti i diversi settori produttivi, nei commerci, nella tutela della circolazione ma, ancor di più, nell’ambito della tutela della persona, del welfare pubblico e privato e del risparmio (attraverso combinazioni di operazioni di accumulo di risorse e loro investimento per esigenze future previdenziali e/o anche di investimento). Pur nell'ambito di regole e meccanismi sempre più complessi, lo strumento è però sempre rimasto fedele a sé stesso: tutti gli interessati pagano un premio per garantirsi da un evento futuro, la Compagnia incamera e gestisce le risorse raccolte e, al verificarsi dell’evento, paga un capitale, una rendita o un indennizzo secondo i modi e nei limiti fissati dal contratto o dalla legge. Di qualunque tipo sia l’evento da coprire, presupposto fondante dell’assicurazione resta dunque la mutualità, vale a dire il trasferimento di un rischio individuale sulla collettività con la quale tale rischio è quindi ripartito. 

Se la regola base è questa, tanti e diversi sono gli aspetti a cui porre attenzione nell’assicurarsi e nell’esercizio dei propri diritti e doveri. Sia che si abbia a che fare con assicurazioni sociali e/o pubbliche obbligatorie (es. INAIL, INPS) sia, a maggior ragione, laddove ci si addentri nel mondo delle assicurazioni private. Padroneggiare le regole del gioco diventa allora fondamentale: significa infatti conoscere i propri rischi e bisogni e, anche una volta assicurati (anche con il supporto dell’assicuratore), porre attenzione alla concreta gestione del rischio da cui ci si intende proteggere e avere cura di orientare le proprie scelte complessive per rispondere al bisogno.

Così, con l’intento di fornire anche ai meno esperti tutti gli strumenti di educazione finanziaria utili a realizzare scelte consapevoli e in linea con le proprie esigenze, Pensioni&Lavoro si arricchisce dunque anche di una sezione dedicata alle assicurazioni private, autentica enciclopedia del mondo assicurativo pensata per accompagnare il grande pubblico alla scoperta sia delle regole che stanno alla base del funzionamento del comparto sia delle principali caratteristiche dei prodotti assicurativi oggi più diffusi sul mercato. 

 

Potrebbe interessarti anche

Gli italiani e il risparmio: quale valore in quest'epoca di incertezza?

Presentata in occasione della Giornata mondiale del Risparmio, la ricerca Acri-Ipsos “Gli italiani e il risparmio”, in questa edizione inevitabilmente influenzata da guerra in Ucraina e crisi energetica: la ventata di ottimismo dello scorso anno lascia così spazio al timore verso il futuro e a una gestione non sempre lungimirante del proprio denaro